~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Ando Gilardi fotografo scalzo

Autoritratto di Ando Gilardi quando era un "fotografo scalzo", 1957

“Fotografo scalzo” così si autodefiniva Ando Gilardi in relazione alle sue fotografie del periodo 1950-1962; si paragonava ai “medici scalzi” della Cina comunista di Mao Tse Tung che, per avere una rete diffusa di prima assistenza, aveva disposto per alcuni contadini la formazione con gli elementi essenziali della professione medica/paramedica. Allo stesso modo Gilardi vedeva se stesso come “fotografo scalzo” in quanto, con le nozioni di fotografia di cui disponeva, era al servizio delle popolazioni più umili come assistenza primaria per la documentazione fotografica e giornalistica delle loro condizioni di vita.

Questa mostra è una retrospettiva delle istantanee prese da Ando Gilardi quando lavorava come inviato per la rivista sindacale Lavoro, il corpus in Fototeca è conservato nel fondo Ando Gilardi reporter. La mostra è un tributo oltre che al lavoro di Ando Gilardi, anche a quello di condizionamento e di scansione digitale dell’intero fondo a opera di Daniela Giordi e Silvio Ortolani di ABF – Atelier dei beni Fotografici di Torino, che già aveva curato l’allestimento a Torino alla Wunderkammer della GAM di una mostra che uscì con lo stesso titolo del fondo.

Ando Gilardi Fotografo scalzo è un’approfondimento di quella mostra e può essere customizzata nella sua connotazione, territoriale o tematica, più congeniale alle esigenze della nuova location.

mostra "Ando Gilardi Reporter" -  GAM Torino - 15 marzo 16 giugno 2019

mostra "Ando Gilardi Reporter" -  GAM Torino - 15 marzo 16 giugno 2019