~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Ultime on line: archi in costruzione

PROGRESSIONE DI SCULTURA DEL RICCIOLO

 

«LIUTERIA vetrina didattica che illustra la costruzione di un violino: la progressione della scultura del ricciolo e del cavigliere alla sommità del manico, tradizionalmente intagliato in acero. Museo della “Foresta Demaniale di Paneveggio”, la “foresta dei violini”. Nella fascia fra i 1500 e i 1900 metri di altitudine del Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino, la vegetazione è costituita in altissima percentuale di abete rosso; qui si trovano gli “abeti di risonanza”, alberi il cui legno ha caratteristiche ideali per la costruzione di strumenti ad arco. Fotografia di Elena Piccini, Italia, agosto 2013»

Sono di questi giorni le ultime fotografie parti di un ampio reportage realizzato nel Museo della Foresta Demaniale di Paneveggio e relativo laboratorio di liuteria; il servizio si avvale anche di numerose immagini storiche di repertorio che trattano di liuteria e costruzione del violino così come di altri strumenti ad arco.

 

Autore: patrizia piccini Postato il : 19-06-2018

Non ci sono commenti


Apertura Scala 2015: la Pulzella del destino

Fotografia di Ando Gilardi #andogilardi

Certo, a saperlo prima, forse la scelta di aprire la stagione scaligera celebrando una santa visionaria, che, armata di elmo e spada, esorta il re di Francia a liberare il suo paese, sarebbe stata ponderata diversamente. Ma a volte il caso agisce da sé e ci troviamo quindi pronti ad assistere all’opera verdiana mentre intorno a noi ancora aleggia un clima di terrore, che ha come “cuore” proprio Parigi e che poggia su questioni politiche (travestite da guerre religiose) incarnate da giovani fanatici.
Quest’opera evidentemente porta con sé un destino particolare, infatti il prossimo 7 dicembre “Giovanna d’Arco” verrà rappresentata per la prima volta dal 15 febbraio 1845, data della (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 01-12-2015

Non ci sono commenti


In due o in tanti?

Sempre più appassionati di tango fanno chilometri pur di trovare il giusto partner per lanciarsi nel ballo più sensuale mai inventato dall’uomo. Si moltiplicano in rete i video di flash mob con danze collettive per manifestare e lanciare messaggi globali. Coppie improvvisate vengono prese da inaspettati raptus di liscio appena vedono una piazza con qualche decina di sparuti passanti e la pizzica, ribattezzata universalmente taranta, miete successi in tutto il mondo. Evidentemente qualcosa si muove negli appassionati di danza e il linguaggio del corpo sta iniziando ad arricchirsi e a recuperare antichi fasti dimenticati. In realtà il ballo è da sempre un momento di fondamentale importanza per l’aggregazione sociale e la sua natura è quella di essere un divertimento collettivo, in grado di (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 22-04-2015

Non ci sono commenti


Amore e Morte

La Traviata capolavoro verdiano aprirà, il 7 dicembre 2013, la nuova Stagione scaligera, con il ritorno di Daniele Gatti sul podio dell’opera, il debutto di Diana Damrau nel ruolo di Violetta Valéry e la regia di Dmitri Tcherniakov.
L’ispirazione per quest’opera, certamente la più popolare scritta da Giuseppe Verdi, si deve ad Alexandre Dumas figlio e alla sua passione per  Marie Duplessis, celebre bellezza parigina dai lucidi capelli corvini, la figura sottile, la pelle bianchissima e magnetici occhi dal taglio orientale . (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 29-11-2013

Non ci sono commenti


Mandolino? no tu no.

Il 26 giugno scorso è  stata presentata una interrogazione parlamentare da Antonio Cuomo del Pd,  in cui viene richiesto al Ministro dell’Istruzione di inserire anche il mandolino tra gli strumenti insegnati nelle scuole medie a indirizzo musicale. In effetti allo stato attuale, lo stumento non è presente nella programmazione delle lezioni di musica dei corsi a indirizzo musicale delle scuole medie. Il motivo di questa lacuna è ignoto, nonostante le molte richieste ricevute negli anni di poter accedere all’insegnamento del mandolino e nonostante l’importanza e il grande valore storico che ha questo piccolo strumento. La notizia ha fatto un po’ di clamore e provocato (altro…)

Autore: elena piccini Postato il : 27-09-2013

Non ci sono commenti


La guida di Maestro Guido

I nomi delle note musicali così come le conosciamo oggi  risalgono al Medioevo e la loro origine si deve a Guido d’Arezzo che ne fu l’inventore.
Amico di San Pier Damiani e molto stimato dai fratelli papi Benedetto VIII e Giovanni XIX, Guido Monaco già maestro di musica nell’Abbazia di Pomposa, poco dopo l’anno mille fondò ad  Arezzo una scuola di canto che divenne ben presto celebre.
All’epoca l’apprendimento delle melodie era puramente affidato alla memoria uditiva e la difficoltà di tramandare i canti era notevole. (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il :

Un commento


Giuseppe Verdi tra doni e contese

Gossip da “bicentenario” riportano feroci liti ereditarie sulla proprietà verdiana di Villa Sant’Agata, che funestano i festeggiamenti  e rendono inservibili i fondi  già destinati a questo importante evento culturale.
Chi conosce bene la vita di Giuseppe Verdi non può che restare amareggiato dall’ennesima occasione persa per festeggiare senza ombre un così celebre artista, tanto più che il grande compositore, nel corso della sua vita, fu assai generoso e altruista condividendo la sua fortuna con familiari e colleghi. (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 16-09-2013

Non ci sono commenti


Luoghi verdiani

In occasione dei 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi, chi programma una vacanza itinerante in Italia non può tralasciare di visitare i luoghi in cui visse e operò il più grande e celebre compositore italiano.
Per celebrare questo duecentenario, Edoardo Fornaciari, fotoreporter che condivide con il Maestro questi stessi luoghi di origine, ha riunito in una rassegna le migliori immagini che, in molti anni, ha raccolto in un suo “album di famiglia” verdiano. Attraverso questo tributo attento e consapevole alle dinamiche locali, leggero e commosso come solo un fotoreporter che ha girato il mondo può fare quando ritrae la propria terra, possiamo farci guidare in un itinerario verdiano dal suo sguardo impeccabile, condito da un pizzico di ironia.

Partendo da Roncole, immersa nella Bassa parmense, è possibile visitare la Casa natale del maestro, un’umile costruzione dove il padre gestiva un’osteria,  e la chiesa di San Michele dove Verdi fu battezzato, che conserva il vecchio organo sul quale il maestro si esercitò da fanciullo. (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 09-07-2013

Non ci sono commenti


Il dissoluto punito

Il 7 dicembre prossimo, la nuova stagione della Scala di Milano verrà inaugurata dal Don Giovanni di Mozart, opera scritta su libretto di Lorenzo da Ponte, incensata da filosofi come Soren Kierkegaard e scrittori come George Bernard Shaw, rappresentata per la prima volta a Praga il 29 ottobre 1787 in presenza, tra gli altri, di Giacomo Casanova. (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 30-11-2011

Non ci sono commenti


Calendimaggio



Maggio è alle porte! una bella occasione per festeggiare la Primavera e il risveglio delle forze della natura, insieme alla festa dei lavoratori e del lavoro.  Segnaliamo questo spettacolo Canto di Maggio in due date: (altro…)

Autore: elena piccini Postato il : 29-04-2011

Non ci sono commenti