~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Tracce di lavoro

mestieri nel medioevo, il fornaio - elaborazione ©Fototeca Gilardi

L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro … e così gli italiani.
Sì, anche gli italiani “sono fondati” sul lavoro. Non tutti. Molti.
Certo abbiamo fama di essere un popolo storicamente pigro e fatalista, i dati statistici ci posizionano ai primi posti in Europa per tasso di disoccupazione, ed è ormai impresa eroica svolgere una professione autonoma, ma consoliamoci: il lavoro noi ce l’abbiamo (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 18-01-2018

Non ci sono commenti


Economia domestica 2.0

16_49_16_novembre16_BLG

Ogni giorno, dai luoghi più impensati, arrivano annunci sugli ambiti che la politica e la cultura ritengono di dover riservare alle donne del futuro: cucina e camera da letto. Ambiti, che a ben vedere sembrano esattamente gli stessi che la società ha sempre riservato alle donne fin dall’antichità.
La sottile insofferenza al “femminismo” si sta trasformando in una sconcertante acquiescenza a essere docilmente ricondotte nella solita “gabbia” che ci ha ospitate per secoli.
Ebbene, diamo uno sguardo da vicino a questa gabbia. Per farlo è (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 16-11-2016

Non ci sono commenti


Crediti ban…cari

02_20_gennaio _16_BLG

Banco” e “banca” sono termini antichissimi, i primi ad indicare i luoghi in cui nacque l’attività di credito, attività di cui abbiamo testimonianza fin dall’epoca sumera. Già in Mesopotamia infatti c’era l’abitudine di far custodire i propri averi dai sacerdoti del tempio e l’usanza la ritroviamo in Grecia, dove operavano i trapeziti, gli antichi banchieri, da  trapeza che in greco antico vuol dire appunto “banco”, “tavolo”.
I trapeziti privati e i sacerdoti greci agivano come veri e propri cambiavalute e consulenti finanziari: ricevevano (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 20-01-2016

Non ci sono commenti


Piccoli mestieri perduti

La disoccupazione continua a preoccupare tutta l’Europa e le nuove professioni non riescono ad assorbire tutte le competenze sul mercato. Ormai siamo di fronte a una dura realtà: il lavoro del XXI secolo sembra non aver bisogno del “fattore umano” e molti politici pensano di svincolare il reddito dall’attività lavorativa, come se il lavoro fosse per l’uomo, esclusivamente una fonte di sostentamento economico.
In attesa di fare un elenco dei mestieri che spariranno (e che nasceranno) nei prossimi 10 anni vediamo alcune delle attività che scomparvero nel corso del XX secolo, con lo sviluppo dell’automazione, del consumismo e della burocrazia.
Si trattò soprattutto di mestieri “poveri”, figli di un mondo in cui gli oggetti quotidiani si usavano e si riparavano finché era possibile, per poi essere riadattati per altri usi. (altro…)
Autore: stefania lucarelli Postato il : 15-10-2014

Non ci sono commenti


Né arte né parte

Un paese in cui il detto “non avere né arte né parte” viene usato come sinonimo di “non saper fare nulla” o “essere disoccupato e senza mezzi di sussistenza” è già in partenza un luogo singolare.
In realtà la frase significherebbe “non conoscere un mestiere e non avere appoggi politici” e nasce in un’Italia medioevale, in cui tutti coloro che volevano praticare un’arte o un mestiere erano iscritti a corporazioni, distinte a seconda dell’attività.  Vere e proprie associazioni di categoria, le corporazioni salvaguardavano gli interessi degli iscritti e li aiutavano a (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 05-02-2014

Non ci sono commenti


La Gondoliera

di Yamada Hanako & Alex Hai

dal comunicato stampa della Jarach Gallery di Venezia, dove si svolgerà l’evento:

L’esposizione presenta la intrigante collaborazione tra un’artista emergente e una celebre ma discussa gondoliera, che è anche fotografa e regista. Entrambe hanno una passione per Venezia e considerano il loro ruolo come parte di una grande impresa e di una continua esplorazione artistica. Preparatevi a una visione originale di Venezia nelle vesti di un avventuriero. In questa provocante miscela di realtà e finzione, i confini sono sfocati. E’ una storia vera o un film in fase di realizzazione?

Le artiste: Yamada Hanako è attualmente Artista in Residenza presso la Fondazione Bevilacqua La Masa; Alex Hai ha interrotto una tradizione antichissima diventando la prima donna gondoliere di Venezia.
Accompagnata da un testo critico di Marco Tagliafierro, l’esposizione ripercorre il viaggio cinematografico de La Gondoliera attraverso una serie di fotografie scattate dalle due artiste e una selezione di articoli e documenti che raccontano la storia di questa eroina combattente.

dal 4 febbraio fino al 29 marzo, dal martedì al sabato h 14 – 20.

Jarach Gallery
San Marco 1997 Campo San Fantin
30124 Venezia – Italy
T & F +39 041 522 1938

www.jarachgallery.com
facebook.com/jarachgallery
twitter.com/jarachgallery
info@jarachgallery.com

Autore: elena piccini Postato il : 14-01-2014

Non ci sono commenti


Il sarto scocciatore

Qual’è l’origine del detto “attaccare bottone”?
In realtà c’è molta confusione in merito, ma le versioni più conosciute sono tre.  La prima e più semplice, deriva dagli inconvenienti del mestiere di sarto.

Durante le prove d’abito, quando il sarto era costretto ad attaccare un bottone sull’indumento indossato dal cliente, per intrattenerlo durante la  delicata operazione era costretto a distrarlo con discorsi oziosi fino alla fine del lavoro, probabilmente annoiandolo a morte visto che il detto allude proprio a conversazioni sgradite o indesiderate e all’impossibilità forzata di congedarsi in breve dall’interlocutore.
Una variante di questa versione è quella che rimanda al gergo dei soldati (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 22-05-2013

Non ci sono commenti


Lavandare

Lavandaia al lavoro in un torrente

Oggi basta riempire un cestello, scegliere un programma e pigiare un bottone, ma fino a 50 anni fa, fare un bucato non era così semplice!
Il lavaggio della biancheria era un’operazione lunga e faticosa.
Innanzitutto il bucato settimanale impegnava una massaia per due giorni interi: (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 19-09-2012

Non ci sono commenti


Non schiavi, ma servi della gleba

È ingiusto che le nuove forme di lavoro vengano liquidate superficialmente come schiavitù. La vera condizione dei nuovi lavoratori autonomi e dipendenti, non solo giovani, ma di tutte le età, è quella ben più dignitosa dei “servi della gleba”.
Come recita Wikipedia: “I servizi a cui i servi della gleba erano obbligati, a differenza della schiavitù, (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 09-05-2012

Non ci sono commenti


Fotografia Poesia & TrattorArt

Sabato alle ore 11.00, è prevista a Nizza Monferrato (AL),  l’inaugurazione, nel Palazzo del Gusto di via Crova,  della mostra fotografica “Bevevano i nostri padri”, accompagnata naturalmente nel brindisi augurale dai vini dell’Enoteca Regionale e dalle “delizie del Monferrato” ad essi abbinate.
Dopo la mostra “Monferrato Earthscapes” del fotografo/artista inglese Mark Cooper, allestita a maggio 2011, l’Enoteca Regionale di Nizza, promuove ora la mostra fotografica “Bevevano i nostri Padri” realizzata da Cooper insieme al maestro Ando Gilardi.
Una conferma del costante impegno e l’attenzione per l’arte, la cultura, la tradizione che contraddistingue, (altro…)

Autore: elena piccini Postato il : 14-10-2011

Non ci sono commenti