~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Le memorie di Giorgio Vasari

Giorgio Vasari, Illustrazione colorizzata su base xilografica del XVI secolo - elaborazione ©Fototeca Gilardi

Il 30 luglio 1511 nasceva ad Arezzo Giorgio Vasari, architetto, pittore e storiografo rinascimentale celebre non tanto per i suoi dipinti (che l’amico Michelangelo giudicava troppo frettolosi e privi di anima), quanto per un’eccezionale opera letteraria, fedele affresco del mondo dell’arte italiana. L’immensa opera vasariana, da considerare il primo reale tentativo di critica d’arte, si intitola “Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori da Cimabue insino ai tempi nostri” ed è composta da una serie di (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 11-07-2018

Non ci sono commenti


Emozioni scritte a mano

Lettera scritta da Garibaldi, 1867 - Elaborazione ©Fototeca Gilardi

Le parole tracciate a mano hanno un particolare fascino per chi ama la storia. Un manoscritto non comunica solo un messaggio, ma parla anche di chi l’ha scritto, del suo carattere, dell’epoca storica in cui è stato composto. È suggestivo immaginare il temperamento di uno scrittore dalla forma che dà alle lettere, dai pieni e vuoti della riga, dall’incisività del segno, dalla sicurezza o dalle esitazioni con cui una frase è stata scritta. Se accostiamo uno scritto di Leopardi a uno di Galilei ci sembra che (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 30-05-2018

Non ci sono commenti


Bestsellers in Fototeca: tempo di spremitura in agenzia

VENDEMMIA TASSATORIA

 

In Fototeca negli anni abbiamo riscontrato che ci sono alcune immagini che vengono scelte più di altre per illustrare concetti che si ripetono in diversi scritti, articoli o saggi sul tema. Una di queste immagini è la qui presente caricatura tratta dal giornale satirico La Rana pubblicata nel 1868. La pubblicazione satirica è uscita a Bologna tra 1865 e il 1912, costituita di poche pagine, la sua particolarità era (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 30-04-2018

Non ci sono commenti


Madre, donna, donnaccia, santa

Gruppo di donne con fiasco, fotografia 1900 circa - ©Fototeca Gilardi

« Se cediamo, se gli diamo il minimo appiglio, non ci sarà più un mestiere che queste, con la loro ostinazione, non riusciranno a fare. Costruiranno navi, vorranno combattere per mare […]. Se poi si mettono a cavalcare, è la fine dei cavalieri. »

Per una volta vorrei che a celebrare l’8 marzo non fossero solo le lacrime per la triste condizione femminile nel mondo, ma delle risate che arrivano da un tempo molto lontano, un tempo (2400 anni fa) in cui un uomo decise di usare il suo genio e la sua posizione privilegiata a favore “dell’altra metà del cielo”.
Nell’Atene del V secolo a.C. abitata da pomposi capifamiglia dediti alla (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 08-03-2018

Non ci sono commenti


L’inutile dittatore

Manifesto per il film 'The Great Dictator' di Charlie Chaplin, 1940 elaborazione ©FototecaGilardi

Ci sono alcune persone che trovano i dittatori pericolosi e ridicoli.
Sono sempre meno, perché “lo spirito dei tempi” corre a gran velocità verso nuovi totalitarismi che sembrano rassicurare particolarmente giovani e giovanissimi. Eppure la storia insegna che nessun dittatore ha lasciato un paese più prospero di quello che si è preso (o gli hanno messo in mano).
La parabola, lunga o breve del dittatore, ha un decorso discendente e precipita con sé (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 05-02-2018

Non ci sono commenti


I censori all’opera

Robert Darnton, I censori all'opera Adelphi

Scelte dal nostro archivio

copertina del libro di Robert DarntonI Censori all’opera
Adelphi

In breve, dal sito dell’editore:
Romanzi a chiave che svelano gli intrighi di corte, opere troppo fiacche quanto a faziosità socialista, storie d’amore in bengali da cui traspare l’odio per la dominazione inglese, e poi censori ormai insofferenti del loro lavoro, poliziotti sulle tracce di testi proibiti e appassionati bibliotecari indiani: sono solo alcuni dei protagonisti, di carta e in carne e ossa, di un libro dagli obiettivi non meno semplici che audaci – ripensare l’idea stessa di censura. Attraverso approfondite ricerche d’archivio, Darnton ricostruisce, negli aspetti teorici e nell’applicazione pratica, i meccanismi di continua a leggere

Autore: elena piccini Postato il : 20-12-2017

Non ci sono commenti


Parole agricole

Crisi agrumaria: caricatura da Il Pasquino, 1897 elaborazione ©FototecaGilardi

Nella nostra lingua moltissime parole di uso comune affondano le loro radici nel mondo agricolo e naturale, sebbene con il tempo si siano allontanate via via dal significato originario. È il caso, ad esempio, di un termine che ci siamo stancati di udire e di pronunciare: CRISI. Questa parola deriva dal verbo greco krìno, cioè separare, scegliere e allude ad una scelta particolare: si riferisce infatti al (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 18-10-2017

Non ci sono commenti


Il ritorno dell’orale

17_36_19_luglio_17_BLG_©FototecaGilardi

La comunicazione scritta, dopo pochi secoli di gloria, sta tornando piano piano nell’oscurità in cui è stata per millenni, quando la gente non sapeva leggere e i cantastorie girovaghi erano i depositari del sapere popolare, i veri diffusori di notizie. Fra pochi decenni forse osserveremo solo qualche vecchietto utilizzare la tastiera per comunicare, resistente alla seduzione dei messaggi “polimorfi” in cui voce e immagini prevalgono; i libri scolastici saranno soppiantati interamente dal (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 19-07-2017

Non ci sono commenti


I terribili figli dell’Amore e della Guerra

17_24_10_maggio_17_BLG

I numerosi e fugaci incontri clandestini di Afrodite e Ares, consumati in barba a Efesto e tanto celebrati nell’arte e nella letteratura, non rimasero semplici momenti di passione incontrollabile. Come spesso accade, produssero numerosa divina prole: i figli dell’Amore e della Guerra.
La seducente Afrodite e il muscoloso Ares si attraevano come calamite, ma (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 10-05-2017

Non ci sono commenti


Fototeca con il PH che diventa FH e poi alla fine… si Materializza

La saga di Ph-Fhototeca nella biblioteca di Patrizia Piccini ©Fototeca Gilardi

Sullo scaffale della mia biblioteca fa bella mostra di sé la collezione completa di quella che mi piace chiamare la “saga” di Phototeca. Questa pubblicazione era talmente densa di contenuti che, come spesso amavano ripetere Ando Gilardi e Roberta Clerici  – suoi pirotecnici curatori –  con le idee stipate in un numero, saggiamente amministrate, si potevano

(altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 06-01-2017

Non ci sono commenti