~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Penna, inchiostro e calamaio

segnalibro pubblicitario per la penna stilografica 'Swan' Pens, 1900 circa elaborazione ©Fototeca Gilardi

Le prime tecniche di scrittura documentate della storia sono quelle mesopotamiche: segni impressi su tavolette di argilla con uno strumento chiamato calamo, una canna intagliata in due modi differenti alle estremità, in modo da poter imprimere nell’argilla segni tondi (rappresentanti i numeri, secondo un principio simile a quello dei dadi) e segni sottili (rappresentanti lettere e parole).
Il termine calamo (dal greco kalamos, canna di bambù, giunco) tempo dopo darà il nome al (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 10-01-2018

Non ci sono commenti


L’atomica, la stupidità umana e il primato del primate

'Era Atomica' alllegato alla rivista 'Lavoro' 1955 con studio sulle origini dell'uomo -elaborazione ©Fototeca Gilardi

Un tempo c’era il: “Lei non sa chi sono io!”.
Oggi siamo passati al più esplicito: “Io ce l’ho più grosso del tuo!

La questione del primato resta una costante umana.
Per quanto la civilizzazione faccia passi avanti, l’improvviso balzo indietro che ci riporta infondo alla scala evolutiva, è sempre una costante. Ed è curioso notare come, chi manifesta in modo esemplare queste cadute di stile, siano i governanti più potenti del mondo che si minacciano allegramente a suon di “atomica” a quasi 30 anni dalla fine della Guerra Fredda.
Per noi ignari cittadini è complicato distinguere il “teatro” dalla verità. Il livello ridicolo dello scambio di battute fra Donald Trump e Kim Jong-un sembra imbarazzare solo noi spettatori, che restiamo lì basiti a chiederci com’è che siamo finiti nelle (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 03-01-2018

Non ci sono commenti


Dalla brace alla padella

Ando Gilardi, lavoratrici addette alla mensa dello stabilimento Pignone in lotta, 1954 ©Fototeca Gilardi

Circa un milione di anni fa l’umanità inventava la cottura del cibo.

Storicamente si ritiene plausibile che tutto sia iniziato quando, pur non dominando ancora il fuoco, alcuni ominidi ebbero l’idea di infilzare pezzi di cibo su rudimentali spiedi, ponendoli sulle braci o direttamente sulla fiamma. La scienza afferma che questo evento innescò la crescita di volume del cervello umano e di conseguenza altre importanti modifiche morfologiche capaci di (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 15-11-2017

Non ci sono commenti


Amici di Ando – museo mutante

Museo mutante ©Ando Gilardi/Fototeca Gilardi

Ancora Ando ai suoi ‘Amici': di nuovo contro i musei e soprattutto il Louvre, che nei paradigmi gilardiani rappresentava l’esempio principe di museo concepito con criteri socialmente superati e da sovvertire. Rappresentazione della cultura ‘ufficiale’ responsabile di aver generato il fenomeno aberrante della Shoah. La parola ad Ando:

«Settembre 9, 2007
Cari Amici, è risaputo che ho un’idea buona anzi ottima al giorno guardate questa del Museo Mutante i quadri i capolavori sono su grandi video digitali già prodotti normalmente dove si mutano trasformano anamorficamente per diciamo (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 06-11-2017

Non ci sono commenti


Amici di Ando – Le Mostroghe

Manifesto per una mostroga a Ponzone - ©Ando Gilardi/Fototeca Gilardi

Segue la pubblicazione dei messaggi-manifesto diffusi da Ando Gilardi tramite la sua mailing list ‘Amici’ questa volta l’immagine allegata era una sola. In realtà questo messaggio spezza la sequenza riportandoci in agosto, ma segue una logica del discorso che lo colloca meglio qui.  La parola ad Ando:

«Agosto 31, 2007

Cari Amici, l’idea delle nuove mostre d’Arte Digitale che alla chiusura si bruciano le opere esposte (Mostroghe) ha sollevato entusiasmo non previsti e anche adesioni: Amici che sottovalutandosi non avevano mai avuto il coraggio di esporre adesso (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 16-10-2017

Non ci sono commenti


Amici di Ando – cubismo e photoshoppismo

Illustrazione dal trattato: Arte nata dall'Arte, di Karl Eric Maison

Dieci anni fa tondi tondi Ando Gilardi, nel lontano 2007, inviava tramite mailing list ai suoi ‘Amici’ le riflessioni più che giornaliere che amava definire il suo ‘diario di laboratorio’. E noi ricominceremo a proporle qui nel blog; Ando allegava ai suoi messaggi alcune immagini sulle quali ragionava e noi le inseriremo nel post. Tutto ciò ha preceduto il suo ingresso in Facebook, che avvenne nel 2008, l’anno successivo. Non manterrò lo  stretto ordine cronologico, lui ha iniziato a gennaio e finito a dicembre: io sono partita da settembre… manterrò  (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 13-10-2017

Non ci sono commenti


La traccia universale

17_46_11_ottobre_17_BLG_©FototecaGilardi

Sta rimbalzando su tutti i quotidiani la notizia che le impronte digitali, da più di un secolo punto fermo dell’identificazione, non siano realmente “uniche” e diverse da individuo a individuo. Insieme alla fotografia segnaletica, la loro applicazione in ambito criminologico segnò una vera svolta epocale illudendoci di poter controllare le devianze, semplicemente “schedandole” in modo scientifico. Il potere costituito appropriandosi delle facce e delle impronte dei delinquenti, poteva finalmente (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 11-10-2017

Non ci sono commenti


Osteria del Drago

17_42_13_settembre_17_BLG_©FototecaGilardi

Tanto tanto tempo fa, quando non avevamo il sacro panico dei batteri e la fissa della prevenzione cosmica , il mondo era più divertente.  A Milano capitava spesso che qualche spiritoso ti invitasse a bere al Drago Verde.
Un invito ad un probabile ristorante cinese dal tuo coetaneo dodicenne, era un po’ strano, così scioccamente esclamavi: “eeeeh??? Dove??? … io non posso uscire…” e ti ritrovavi un amico (di solito più milanese di te, perché eravamo tanti, noi con origini extra-regionali) sghignazzante e (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 14-09-2017

Non ci sono commenti


Il guanciale quotidiano

17_37_26_luglio_17_BLG_©FototecaGilardi

Confesso, c’è un idolo nella mia vita. Un idolo morbido e confortante al quale non potrei mai rinunciare: il cuscino. Certo non lo venero al punto di sposarmi con lui come ha fatto due anni fa un coreano, ma dormire senza cuscino lo ritengo una tortura e quando mi capita di trovarne uno di piume non resisto, me lo accaparro subdolamente prima che altri se ne accorgano e lo sistemo nel mio letto. Da alcuni anni poi se ne (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 26-07-2017

Non ci sono commenti


Codice Universale

17_32_26_giugno_17_BLG

Il 26 giugno 1974 in un supermarket di Troy, in Ohio, un mattiniero acquisto da pochi centesimi stava per passare alla storia. Da diverso tempo due ingegneri stavano cercando un modo per rendere più semplice il mestiere delle cassiere. Nel secondo dopoguerra, l’innata tendenza statunitense all’ipertrofia e all’espansione aveva contagiato anche (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 26-06-2017

Non ci sono commenti