~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Accadde oggi 31 marzo

EBREI LASCIANO LA SPAGNA

«Ebrei espulsi dalla Spagna alla fine del XV secolo, in seguito al Decreto dell’Alhambra (o decreto di Granada), emanato il 31 marzo 1492 dai re cattolici di Spagna, Isabella di Castiglia e Ferdinando II di Aragona, con il quale si deliberava l’espulsione delle comunità ebraiche dai regni spagnoli e dai loro possedimenti a partire dal 31 luglio di quello stesso anno. Dal 1 agosto ogni ebreo rimasto in quei territori sarebbe stato considerato indesiderato e passibile di condanna»

L’antisemitismo in Europa è una pulsione antica, che affiora nei secoli in modo ricorrente sia dal basso che ai vertici dei governi.

Autore: patrizia piccini Postato il : 30-03-2018

Non ci sono commenti


La Gioconda di Lvov

La Gioconda di Lvov Immagini spontanee e testi relativi ai fatti dello sterminio. A cura di Ando Gilardi, Patrizia Piccini

Immagini spontanee e testi relativi ai fatti dello sterminio. Era il 1995 e nell’ambito delle celebrazioni del 50° anniversario della liberazione dopo la resistenza al nazi-fascismo, l’Istituto Storico della Resistenza in Valle d’Aosta e l’Associazione Nazionale ex-deportati, ci avevano commissionato una mostra che trattasse dell’oscuro episodio storico definito a seconda dell’autore della comunicazione con diversi eufemismi: Olocausto, Shoah o con il nome in codice “Soluzione Finale“. Ando Gilardi, quando è stato il momento di scegliere il titolo non ha fatto sconti definendo (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 23-01-2018

2s commenti


Amici di Ando – auguri di Natale

Tanti auguri di Natale da Ando Gilardi 2006 -1

Dopo una pausa di qualche settimana, eccoci nuovamente a proporre una antologia dalla corrispondenza agli Amici di Ando: il “diario di laboratorio” di Ando Gilardi che il nostro inviava a una ristretta cerchia di amici raggiunti tramite la sua bizzarra e quanto mai variegata mail list da fine 2006 a fine 2007. Il tema del Natale, della natività lo ispirava tantissimo e tanto più (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 28-12-2017

Un commento


Amici di Ando – madonna bambino a

Outrage à Christo a Babij Yar ©Ando Gilardi/Fototeca Gilardi

Fil rouge delle riflessioni che Ando Gilardi nel lontano 2007, inviava ai suoi ‘Amici’ è il ricordo della Shoah in tutti i modi possibili soprattutto surreali e fuori dagli schemi di sterile compianto, ecco l’ennesimo esempio, la parola ad Ando:

«Ottobre 5, 2007
Cari Amici, è un sentiero lungo comincia a Acqui Terme dove un gallerista che è anche un amico apre una nuova enorme galleria dove c’era un’officina di trattori e apre con una mostra dei disegni di Christo che io ho conosciuto a Roma 50 anni fa dove aveva impaccato (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 14-11-2017

Non ci sono commenti


Amici di Ando – verrà la morte Auschwitz 3

Verràlam Auschwitz 3 ©Ando Gilardi/Fototeca Gilardi

Segue dalle puntate precedenti, dal diario di laboratorio indirizzato agli ‘Amici’, qui si trattano due temi  ricorrenti nelle sue missive: Shoah e Morte. Proseguendo nelle varianti del titolo ‘Verrà la morte…’ Ando Gilardi gioca con una poesia di Montale:

 

«Settembre 3, 2007

Cari Amici, già con i pochi elementi nuovi in possesso è facile pensare a quale livello possa scendere un vecchio sionista emozionato da quello che scopre di nuovo in digitale una poesia mica m(ont)ale:

Nel cielo splende il sole ha la tua faccia
la sotto mica bruciato col salino, (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 30-10-2017

Non ci sono commenti


La clava e la madonnina pop

Anna Frank

Come ignorare che il volto di una bambina,  che da mezzo secolo rappresenta lo straziante simbolo dello sterminio nazista, sia finito su tutti i giornali per l’ennesimo episodio di antisemitismo da stadio?
Disgusta parlarne in questi termini.
Pare che da qualche anno le due squadre di calcio della Capitale facciano a gara nell’insultare gli avversari dando loro, tra le altre cose, degli ebrei. Una cosa senza senso per (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 25-10-2017

Non ci sono commenti


Etty Hillesum, maestra di vita

mostra a cura di Maria Cristina De Nigris e Pier Giorgio Carizzoni, Associazione Culturale Dioniso

dal 29 marzo al 29 aprile,  Palazzo Albrizzi, Venezia

Orario: tutti i giorni  10.00 – 13.00/ 15.00 – 18.00

oppure su appuntamento

Maggiori dettagli sulla mostra dal sito dell’Associazione Culturale Italo Tedesca

Autore: elena piccini Postato il : 28-03-2014

Non ci sono commenti


Una sgradita didascalia

(una foto al giorno leva l’ignoranza di torno) a cura di Lost Dream Editions

«Yad Vashem,», si legge nel sito ufficiale, « l’Ente nazionale per la Memoria della Shoah, è stato istituito nel 1953 con un atto del Parlamento Israeliano. Ha il compito di documentare e tramandare la storia del popolo ebraico durante la Shoah, preservando la memoria di ognuna delle sei milioni di vittime per mezzo dei suoi archivi, della biblioteca, della Scuola e dei musei. Ha inoltre il compito di ricordare i Giusti fra le Nazioni, che rischiarono le loro vite per aiutare gli ebrei durante la Shoah».
Fra le tante fotografie che ricordano i volti dei «sommersi», come Primo Levi ha chiamato le vittime della più incredibile vergogna del secolo scorso, e le poche dei “Giusti”, le persone che a rischio della propria vita hanno (altro…)

Autore: nello rossi Postato il : 26-01-2014

Non ci sono commenti


A5405. Nedo Fiano

A5405 era la matricola di prigioniero ad Auschwitz di Nedo Fiano. Un numero che Fiano porta ancora oggi sul braccio. In occasione della Giornata della Memoria 2012, la Provincia di Milano, presenta un nuovo video della collana Gente di Milano dedicato a Nedo Fiano (1925), ebreo, sopravvissuto alla deportazione nel campo di sterminio di Auschwitz, oggi uno dei più attivi testimoni dell’esperienza dell’Olocausto.

A5405. Nedo Fiano
di Aurelio Citelli

giovedì 2 febbraio, ore 21 Sala Merini (Spazio Oberdan)

via Vittorio Veneto, 2 – Milano

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Info: Provincia di Milano – Medialogo 02 77402807  a.citelli@provincia.milano.it

Attraverso il racconto di Fiano, fotografie di repertorio della sua famiglia e la ripresa di momenti di testimonianza nelle scuole, il video rievoca la vicenda di Nedo, dalla discriminazione delle leggi razziali del 1938 alla deportazione ad Auschwitz, dalla liberazione (altro…)

Autore: elena piccini Postato il : 29-01-2012

4s commenti


Shoah – liberazione di Auschwitz

LIBERAZIONE DI AUSCHWITZ

Il trasporto, lo sradicamento e il concentramento prima nei ghetti e poi nei campi: un esodo senza pari per proporzione numerica e per destinazione. Nella storia non è certo il primo esodo ebraico, ma il primo il cui risultato doveva essere ‘La soluzione finale’ organizzata meticolosamente (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 27-01-2012

Un commento