~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

L’Etrusca Disciplina

divinità etrusca maschile con barba, ©Fototeca Gilardi

Ancora parzialmente avvolto nel mistero, quello della religione etrusca è uno dei più affascinanti nodi storici che attendono di essere sciolti. Quel poco che conosciamo sulla devozione e sui riti dei Rasna, chiamati Tyrsenoi (Tirreni) dai Greci e Tusci (Etruschi) dai Romani, ci viene riportato da storici come Tito Livio, Varrone, Cicerone e Seneca. Di difficile interpretazione sono i rari reperti archeologici giunti fino a noi, mentre gli antichi testi religiosi etruschi – 6 diversi libri che raccoglievano minuziose indicazioni in merito a riti, cerimonie e tecniche divinatorie – sono purtroppo andati perduti. La religione del misterioso popolo che diede ben tre re alla nascente civiltà romana, era (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 24-06-2019

Non ci sono commenti


La cattura della luce divina del Solstizio

personificazione del dio Sole. Incisione, Roma 1613 - elaborazione ©Fototeca Gilardi

Oggi inizia ufficialmente l’estate: come ogni anno il 21 giugno segna il momento in cui, alle nostre latitudini, il Sole sembra fermarsi e stazionare nel cielo, da qui la definizione di “solstizio” che indica il giorno più lungo dell’anno, quello in cui per gli antichi, la divinità solare raggiungeva la sua massima potenza per poi lentamente declinare.
Il Solstizio d’estate, così come quello d’inverno, ha rappresentato a lungo per l’umanità un momento importante sia per (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 21-06-2019

Non ci sono commenti


Astro Donne – La Gemelli Anna Maria Luisa d’Orléans duchessa di Montpensier

Astro Donne - La Gemelli Anna Maria Luisa d'Orléans - elaborazione ©Fototeca Gilardi

La mamma mi partorì al Louvre. Abitavo alle Tuileries, che vi comunicano attraverso la grande galleria. Da lì mi portavano a vedere i Sovrani, oppure – non di rado – loro stessi venivano a trovarmi. Pochi giorni dopo la mamma morì. Il grande patrimonio che mi lasciò, nell’opinione della gente, doveva pur consolarmi. Ma io, che oggi capisco quanto le sue cure avrebbero giovato alla mia educazione, e il suo affetto e le sue relazioni alla mia sistemazione matrimoniale, non so ancora consolarmi di questa prima e decisiva disgrazia. La Regina mia nonna mi voleva molto bene, ed era più affettuosa con me – mi hanno detto – di quanto non fosse mai stata con i suoi (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 17-06-2019

Non ci sono commenti


Crow Fair, la festa dei Nativi Americani

 bandiera americana portata in rassegna da un nativo americano alla Fiera Crow, Billings, Montana Foto Raffaella Milandri ©Fototeca Gilardi/Milandri

Nel Montana, ogni terza settimana di agosto, sul terreno circostante il Little Big Horn nei pressi di Billings si tiene la Crow Fair, l’annuale festa in cui i nativi americani di tutte le tribù delle Grandi Pianure si radunano per celebrare le loro antiche tradizioni. Tra parate, danze cerimoniali (il famoso pow-wow) e rodei, tra bancarelle di cibo ed esibizioni a cavallo, i discendenti di coloro che un tempo erano antichi e fieri guerrieri, ogni estate dal 1904 tengono viva la memoria di ciò che fu.
La Fiera prende il nome dalla prima tribù indiana che si alleò con (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 10-06-2019

Non ci sono commenti


La dieta delle buone abitudini

Elisr dimagrante, pubbliicità del 1900 circa elaborazione ©Fototeca Gilardi

L’estate che sta finalmente facendo capolino tra le nuvole ci rallegra, ci galvanizza, ma riporta alla mente di molti di noi il pensiero ossessivo della dieta. Perdere chili e tonificare è la parola d’ordine e, con lo sdegnoso piglio di chi fa sacrifici perché fa bene alla salute, in realtà teniamo tutti d’occhio l’estetica e poco ci importa degli esami del sangue. Se oggi “dieta” significa esclusivamente “dieta dimagrante”, in realtà l’originario termine greco “diaita” (stile di vita) ci ricorda che si tratta di (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 05-06-2019

Non ci sono commenti


NeoRealismo. La nuova immagine in Italia 1932-1960

sequenza ©Ando Gilardi, mostra NeoRealismo. La nuova immagine in Italia 1932-1960”, San Francisco Museo Italo Americano, 25 giugno -15 settembre 2019

La mostra “NeoRealismo. La nuova immagine in Italia 1932-1960”, verrà inaugurata il prossimo 25 giugno a San Francisco al Museo Italo Americano, dove rimarrà esposta fino al 15 settembre 2019; grazie alla sponsorizzazione della E. L. Wiegand Foundation of Reno, Nevada – con cui il museo di San Francisco collabora da tempo – l’esposizione viaggerà anche a Reno, ospitata dal Museo Arte Italia dal 26 settembre al 29 dicembre 2019. La mostra è una revisione della precedente esposta quest’inverno a New York e come quella è il frutto della brillante curatela di Enrica Viganò di Admira.

Attraverso il neorealismo, diversamente vissuto nella cinematografia, la Fotografia in Italia raggiunse il suo più alto livello di popolarità; la documentazione della realtà aveva cominciato a segnare un nuovo percorso nel linguaggio fotografico già nella decade precedente. I fotografi che avevano documentato la vita prima, durante e dopo (altro…)

Autore: patrizia piccini Postato il : 04-06-2019

Non ci sono commenti


Officina Phototeca, Milano & Torino

Officina Phototeca, presentazione DVD, Milano Spazio B**K e Torino, #ARCHIVIARE il Presente SPABA

Piccola cronaca per immagini delle prime due presentazioni del DVD Officina Phototeca, avvenute allo Spazio B**K di Milano che ha organizzato una serata nel loro spazio/laboratorio didattico e alla SPABA di Torino, all’interno della rassegna #Archiviare il presente, convegno Training day a cura di Daniela Giordi. Le presentazioni si sono svolte nelle due città “sorelle” Milano e Torino che sempre più spesso si trovano ad essere accomunate da rassegne culturali in cui si specchiano una nell’altra. Siamo stati ospiti di due sedi quanto mai diverse tra loro: una molto, molto giovane ed una molto, molto antica, che vanta una lunga e prestigiosa tradizione. Entrambe hanno una particolare (altro…)

Autore: elena piccini Postato il :

Non ci sono commenti


Addio (parziale) alla bottiglia di plastica

inquinamento dell'acqua XIX secolo, e montagne di rifiuti XX secolo - elaborazione ©Fototeca Gilardi

Quando nel 1973 la plastica, già impiegata nella produzione di oggetti di lunga durata, divenne il materiale preferito per contenere acqua e bevande, nessuno mosse un passo nonostante fosse più che evidente l’impatto ambientale che questa decisione avrebbe avuto sulle nostre vite.
Oggi dopo soli 46 anni, i nostri mari sono in uno stato pietoso e la Commissione Europea fa finalmente un altro passo avanti nella messa al bando della plastica. Nel 2015 il divieto aveva già preso di mira l’uso dei (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 27-05-2019

Non ci sono commenti


Astro Donne – La Toro Jessie White Mario

Astro Donne – La Toro Jessie White Mario - elaborazione ©Fototeca Gilardi

Spesso si pensa che il segno del Toro sia così attaccato alla propria terra e alle proprie radici, da immaginarlo come una solida quercia inamovibile o come un soggetto occupato a costruire muri di cinta a difesa dei propri beni. Non è sempre così. Il segno del Toro dona ai soggetti nati sotto i suoi influssi una profonda passione per i beni materiali, per la terra e per i confini, certo, ma questo orientamento a perseguire un benessere fondato sul soddisfacimento dei bisogni fondamentali (cibo, un riparo, buona salute e un nucleo di affetti) si può declinare in molti modi.

L’inglese Jessie Jane Meriton White, nata il 9 maggio 1832 sotto il segno del Toro espresse al massimo grado questa propensione, ma viaggiando, parecchio lontana da casa e spendendosi a favore di perfetti sconosciuti.
Nata da una famiglia inglese di ricchi armatori e costruttori di velieri (come indicano (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 22-05-2019

Non ci sono commenti


Rosmarino: la pianta del ricordo

Rosmarino, pagina da antico trattato - elaborazione ©Fototeca Gilardi

La pianta del rosmarino, nota soprattutto come erba aromatica utilizzata in cucina, porta già nel nome le sue radici mediterranee, l’etimologia deriva infatti dal latino rus maris (rugiada di mare) o rosa maris (rosa di mare).
E proprio dal mare, racconta una leggenda, il rosmarino sorge avviluppato al corpo nascente della dea Afrodite. Con le radici affondate tra le rocce costiere, il profumato cespuglio costellato di fiorellini blu protende le braccia verso il sole, il suo mitologico amante Apollo. Ed è Ovidio che, nelle Metamorfosi, rivela come (altro…)

Autore: stefania lucarelli Postato il : 15-05-2019

Non ci sono commenti