~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Il Santo dell’Anno

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Questa volta, scherzando un po’ sulla crisi che ci aleggia sul capo (e nelle tasche!) vorrei proporvi di affidare i propositi per il nuovo anno al Santo più adatto a voi, fondendo tradizioni popolari e previsioni astrologiche.
Iniziamo con il segno di questo mese, il Capricorno, che affiderei alle cure di San Bernardino da Feltre soprattutto tra marzo e giugno, quando le grandi ambizioni, l’insofferenza e la fretta potrebbero indurlo a chiedere prestiti senza valutarne bene le condizioni economiche.
L’Acquario, che quest’anno se la passa piuttosto bene in particolare nella prima metà dell’anno, potrebbe invocare  (se donna con intenzioni matrimoniali) Santa Caterina d’Alessandria, patrona delle fanciulle da marito, oppure San Nicola contro le carestie, magari causate dalla tendenza a spendere allegramente!
Ai Pesci, distratti cronici e nelle nuvole specialmente tra giugno e luglio, sarà utile rivolgere il pensiero a Sant’Antonio da Padova in caso di smarrimento di chiavi, cellulare, auto, portafoglio, strada di casa, etc…
L’Ariete, iperstimolato tra marzo e giugno dalla contemporanea presenza di Giove e Urano nel segno, ma costretto a mordere il freno a causa di Saturno e Plutone ostili, si potrà avvalere dell’aiuto di Santa Barbara per evitare esplosioni improvvise con conseguente lancio di fulmini e saette.
Il Toro, favorito sotto tutti gli aspetti, potrebbe eccedere un po’ nel cibo, quindi gli consiglierei di tenersi in tasca un’immaginetta di San Biagio, protettore di tutto ciò che passa (o non passa) in gola!
Anche i Gemelli in questo 2011 potranno stare sereni, recuperare energie, fare progetti, ma se a novembre l’anello di sosta di Mercurio in Sagittario dovesse disturbarli nella loro attività preferita, la comunicazione, basterà chiedere aiuto a San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti.
Per i Cancro bersagliati contemporaneamente, tra marzo e giugno, da Giove, Urano, Saturno e Plutone ci sarà bisogno di un santo “robusto”. Santa Rita da Cascia, detta la Santa degli impossibili, potrà fare al caso loro. Granchietti: fidatevi e tenete duro, da giugno Giove tornerà a sorridervi!Tutto bene invece per il Leone, più che mai maestro di eccessi che forse rischierà di parlare un po’ a vanvera in agosto durante la sosta di Mercurio nel segno, o potrà soffrire d’insonnia, ma in questo caso San Vito potrà provvedere egregiamente.
La Vergine quest’anno potrà ottenere ottimi risultati pratici, grazie ai trigoni di Plutone e Giove: le basterà abbandonare la sicurezza dello scetticismo ed affidarsi alla Provvidenza richiedendo l’intervento del Beato Giuseppe Benedetto Cottolengo!
La Bilancia avrà per tutto il 2011 l’appoggio del razionale e solido Saturno, ma dal punto di vista creativo potrebbe non riuscire a lasciarsi andare alle numerose suggestioni troppo lontane dal suo modo di essere; in questo caso forse San Luca Evangelista, patrono degli artisti, saprebbe come rendersi utile.
Nella seconda metà dell’anno lo Scorpione, comunque tra i segni favoriti, si troverà Giove in opposizione; questo potrà richiedere letteralmente un cambiamento di ottica, un diverso modo di guardare alle cose: per aiutare lo sguardo scorpionico non possiamo che chiamare Santa Lucia, protettrice degli occhi, dei ciechi, degli oculisti e degli ottici.
Infine il Sagittario, baciato dalle stelle del 2011, potrà appellarsi a San Tommaso d’Aquino sia in qualità di studente sia in qualità di professore, pregando che l’Università, tempio sagittariano, regga all’ennesima riforma!

© riproduzione riservata

Autore: stefania lucarelli Postato il : 04-01-2011