~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Cerca il tuo sosia “vintage”

Tag:, , ,

Sarà che ho tanta fantasia, sarà che un archivio come quello della Fototeca Gilardi ti invita al divertimento, ma ogni volta che mi capita sotto gli occhi qualche volto “antico” non posso evitare di chiedermi se facce così girino anche oggi, in questo mondo.
È stupefacente guardare un ritratto fotografico di Lenin da ragazzo e ritrovarci nientemeno che Leonardo di Caprio adolescente! Non scherzo, eh … uguale uguale, tanto che mi chiedo se Di Caprio possa essere imparentato con il padre dei bolscevichi.
E che dire (per restare nello stesso ambito geografico) del figlio del celebre pittore russo Kustodiev?
È la copia, ben pettinata e in vestaglia rossa, di uno dei più affascinanti attori di Hollywood: Ethan Hawke. Stessa posa da intellettuale, stesso sguardo intenso e serioso, stessi tratti somatici, stessi occhi di ghiaccio.
Un altro russo, Trotzky, sembra la versione in bianco e nero di Fabrizio Bentivoglio, mentre il corpulento Turgheniev potrebbe essere il trisnonno (permanentato) di Giuseppe Battiston.
Anche Alessandro Benvenuti, attore e regista, è già passato in questo mondo ed è stato immortalato da Cezanne, nelle vesti del collezionista francese Victor Choquet.
Helena Bonham Carter, dopo una vita avventurosa nei panni di Lady Hamilton, resta inglese, ma ora preferisce interpretare romantiche eroine solo sullo schermo. In compenso il suo collega Christian Slater, prima di fare l’attore in questa vita, pare si fosse già incarnato nello straordinario musicista Jules Massenet.
Guardare il ritratto di Caravaggio e pensare alla sua vita, rende ancora più incredibile la somiglianza con Morgan, così come si resta di sasso osservando Jared Leto, talentuoso ed eclettico attore, regista e musicista, fresco vincitore di un oscar, dotato di talento e bellezza non meno del suo sosia storico: Albrecht Durer, pittore incisore e matematico, massimo esponente della pittura rinascimentale tedesca.
Ma le somiglianze, più o meno strabilianti, sono infinite: c’è un sarto del XVI secolo con lo sguardo ammaliante di Claudio Santamaria;  un nobile francese del 1600 che è la copia esatta di Tiziano Ferro con i baffi; due versioni lontanissime tra loro di Cristoforo Colombo, tanto lontane che in un ritratto sembra Massimo Ceccherini e nell’altro ricorda  Gianna Nannini, in entrambi i casi … un “toscanaccio”.
E a proposito di toscanacci, dato il clima post elettorale, non può passare inosservato un Matteo Renzi particolarmente in forma nei panni di Charles Lindberg col caschetto da aviatore e i dentini sporgenti. Ma anche per il genovese Beppe Grillo abbiamo una versione vintage e con qualche chilo in meno:  un fantastico Mark Twain dai folti capelli grigi e lo sguardo da pazzo, mentre chiude la carrellata un comunistissimo Ignazio La Russa,  non ancora sbarbato da Vespa, nei panni del commediografo George Bernard Shaw … vestito da cosacco!

© riproduzione riservata

Autore: stefania lucarelli Postato il : 29-05-2014