~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Astromestieri: il Capricorno

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

È semplice capire come può affrontare il lavoro un segno che annovera tra i suoi rappresentanti Alexey Grigoryevich Stakhanov (3 gennaio 1906), il famoso minatore russo che, nell’agosto del 1935, riuscì ad estrarre 103 tonnellate di carbone in 6 ore di lavoro aumentando di 14 volte la produttività della sua squadra e diventando simbolo del lavoratore indefesso.

Gli appartenenti al segno del Capricorno non temono la fatica, anzi si potrebbe dire che la cercano.
Venerano il lavoro, sono guidati da una fortissima ambizione, da lucidità e pazienza, ma soprattutto sono in grado di tollerare un alto grado di frustrazione senza perdersi d’animo.
Saturno, che è il pianeta dominante del segno, è il signore del tempo e questo li aiuta ad entrare in azione quando tutti gli altri hanno ceduto le armi.
L’energia dell’elemento terra li rende incredibilmente resistenti agli sforzi ed in grado di affrontare ogni fatica e sofferenza.  Riflessivi e dotati di spirito d’iniziativa desiderano stare “in vetta” e non prescindono mai dal ritorno economico di un’impresa. Tendenti all’accumulo di beni, si circondano di “forzieri” e di “collezioni” che li confortano ben più di un abbraccio.

Tra i settori tradizionalmente associati al Capricorno troviamo l’editoria e l’arte tipografica, le banche e l’alta finanza, ma i rappresentanti del decimo segno zodiacale, spinti  per natura verso l’indipendenza e la realizzazione autonoma, possono ricoprire qualunque ruolo, meglio se di grande responsabilità.

La sinergia tra Saturno, Marte e Urano dona al Capricorno una mente tecnico-scientifica, infatti molto spesso i rappresentanti del segno sono attirati da discipline come l’ingegneria, ma anche campi come l’architettura e le scienze delle costruzioni e dei materiali seducono questo segno, amante di tutto ciò che è solido e duraturo.

Il “roccioso” Saturno ne fa appassionati geologi, ma anche coraggiosi minatori, accurati scultori e marmisti; troveremo molti Capricorni anche tra coloro che progettano e costruiscono strade e pavimentazioni, tra creativi mosaicisti e tra scalatori di professione.
Tra le simbologie di Saturno ci sono anche quelle di “vecchiaia” e di “scheletro e denti” (le parti più solide del corpo umano) questo rende i Capricorni ottimi gerontologi, osteopati, fisioterapisti, odontoiatri, dentisti e ortopedici.

Marte, pianeta associato ai metalli e soprattutto al ferro, in questo segno freddo e preciso, si dedica allo stampaggio di lastre e lamiere, alla fabbricazione di carrozzerie di automobili, alla realizzazione artigianale di gioielli in rame e ottone o di fusioni di lucente acciaio, alla produzione e al commercio di lame e armi in genere.

Infine Urano, pianeta della tecnica e dell’innovazione, ma anche dell’opportunità, spinge il prudente Capricorno verso la realizzazione di nuovi strumenti in grado di migliorare la resa del lavoro, verso la creazione di sofisticati programmi di gestione di dati e risorse o di sistemi di sicurezza a prova di hacker (quando non è lui stesso un hacker!) e di piani di lungo periodo per l’incremento della produttività di un’azienda o per “scalate” finanziarie o politiche.

Il Capricorno ama la politica, perché ama il potere e, nella storia, ha dato i natali a papi senza scrupoli e a dittatori come Stalin e Mao Tse Tung, ma quando è dotato di sensibilità e riesce ad ascoltare il cuore, diventa un formidabile pedagogo, per dialettica con il dirimpettaio segno del Cancro, simbolo dell’infanzia.
Il Capricorno in questo ruolo, applica  la sua ambizione alla conquista dei diritti dei giovani, affinché venga loro riconosciuta la stessa dignità degli adulti; li innalza, come è nel suo progetto zodiacale, fino alla vetta e li educa all’autonomia e alla sana competizione come fece il fondatore dei moderni giochi olimpici, Pierre De Coubertin e come ci racconta, attraverso le figure di Kim e Mowgli, il Capricorno Rudyard Kipling.

Altri celebri Capricorno:

Marco Tullio Cicerone (3 gennaio 106 a.C.) – Scrittore e filosofo latino
Giovanna d’Arco (Jeanne d’Arc) (6 gennaio 1412) – Eroina francese
Alessandro VI (Rodrigo de Borja y Doms) (1 gennaio 1431) – Papa della Chiesa cattolica
Lorenzo il Magnifico (Lorenzo de’ Medici) (1 gennaio 1449) – Letterato, mecenate e statista fiorentino
Huldrych Zwingli (1 gennaio 1484) – Teologo svizzero
Gregorio XIII (Ugo Buoncompagni) (1 gennaio 1502) – Papa della Chiesa cattolica
Gregorio XV (Alessandro Ludovisi) (9 gennaio 1554) – Papa della Chiesa cattolica
Keplero (Johannes Kepler) (27 dicembre 1571) – Astronomo e matematico tedesco
Bartolomé Esteban Murillo (1 gennaio 1618) – Pittore barocco spagnolo
Molière (Jean-Baptiste Poquelin) (14 gennaio 1622) – Drammaturgo francese
Jean Racine (22 dicembre 1639) – Drammaturgo e scrittore francese
Isaac Newton (25 dicembre 1642) – Filosofo, matematico e fisico inglese
Benjamin Franklin (17 gennaio 1706) – Giornalista, scienziato, diplomatico e inventore americano
Vittorio Alfieri (16 gennaio 1749) – Scrittore, poeta e drammaturgo italiano
Edgar Allan Poe (19 gennaio 1809) – Scrittore, poeta e saggista americano
Louis Pasteur (27 dicembre 1822) – Chimico e biologo francese
Paul Cézanne (19 gennaio 1839) – Pittore francese
Giacomo Puccini (22 dicembre 1858) – Compositore italiano
Henri Matisse (31 dicembre 1869) – Pittore, incisore e scultore francese
Jack London (John Griffith Chaney) (12 gennaio 1876) – Scrittore americano
Giovanni Pascoli (31 dicembre 1885) – Poeta italiano
John Ronald Reuel Tolkien (3 gennaio 1892) – Scrittore, filologo e linguista britannico
Francesca Bertini (5 gennaio 1892) – Attrice italiana
Humphrey Bogart (25 dicembre 1899) – Attore americano
Marlene Dietrich (27 dicembre 1901) – Attrice e cantante tedesca
Richard Nixon (9 gennaio 1913) – 37° presidente degli Stati Uniti d’Amerca
Jerome David Salinger (1 gennaio 1919) – Scrittore americano
Giulio Andreotti (14 gennaio 1919) – Giornalista, scrittore e uomo politico italiano
Cassius Clay (Muhammad Ali-Haj) (17 gennaio 1942) – Pugile americano

© riproduzione riservata

Autore: stefania lucarelli Postato il : 17-12-2012