~ Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi ~

Amici di Ando – Le Mostroghe

Tag:, , ,

Manifesto per una mostroga a Ponzone - ©Ando Gilardi/Fototeca Gilardi

Segue la pubblicazione dei messaggi-manifesto diffusi da Ando Gilardi tramite la sua mailing list ‘Amici’ questa volta l’immagine allegata era una sola. In realtà questo messaggio spezza la sequenza riportandoci in agosto, ma segue una logica del discorso che lo colloca meglio qui.  La parola ad Ando:

«Agosto 31, 2007

Cari Amici, l’idea delle nuove mostre d’Arte Digitale che alla chiusura si bruciano le opere esposte (Mostroghe) ha sollevato entusiasmo non previsti e anche adesioni: Amici che sottovalutandosi non avevano mai avuto il coraggio di esporre adesso ce l’hanno! Ora preciso le Mostroghe avranno come tutte da sempre la apertura inaugurale (l’iconodula) con rinfresco e discorso (a Ponzone del Sindaco e di un Senatore) ma ancora più bella sarà la cerimonia di chiusura (L’iconoclasta) e io ho avuto un’idea un po’ pazza con l’intervento di un frate benedettino amico mio che dirà due parole un Requiem dell’Arte e cose del genere poi le opere su carta a getto d’inchiostro saranno arse in un grande braciere di rame che c’è e serviva una volta d’inverno per riscaldare la Chiesa … insomma tradizione che muore tradizione che nasce. Bello!

La Mostrogo ha una buona base statistica secondo Exibart già in questo pezzo dell’anno in 8.000 Comuni si sono avute 85.000 mostre d’arte tradizionale per il 70% fotografiche con una media di 50 opere esposte in totale 4.250.000 poi quelle nelle Gallerie superano di un centinaio di volte le pubbliche così arriviamo a 425.000.000 quattrocentoventicinque milioni! badate Amici non scherzo sono dati di chi se ne intende ora nella ipotesi che per produrne mille di opere esposte (esagero ma va bene lo stesso) ci sia voluto un artista abbiamo in totale 425.000 quattrocentoventicinquemila  simpatici idioti nel senso di Nadar che non sono poi troppi se tenete conto dei fotoamatori analogici. Ripeto dividiamo pure questa cifra ufficiale per 3 o 4 ma è sempre notevole. Domanda: finita la mostra cosa succede dei 425.000.000 di opere esposte? e di quanti secondi è stata l’attenzione a ciascuna rivolta dai visitatori? Amici siamo arrivati e per me è una bazza, al famoso Livello Gilardi e cioè anche parlando solo delle Istantanee Artistiche l’attenzione che ciascuna richiama ha toccato il limite del tempo della sua esposizione che valuto in media di 1/100° di secondo.

Per intanto io ho già fatto il manifesto della prima Mostrogo che cerco di fare qua a Ponzone: dovreste proprio rileggere Meglio Ladro che Fotografo che poi si parla di me. Ando»

NDR: Ponzone, in provincia di Alessandria, è il paese dove Ando aveva lo studio-laboratorio negli ultimi 10 anni della sua vita.

Autore: patrizia piccini Postato il : 16-10-2017